Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/6051
AuthorsMoretti, M.* 
Govoni, A.* 
Cattaneo, M.* 
Monachesi, G.* 
Frapiccini, M.* 
Basili, A.* 
Doumaz, F.* 
Vinci, S.* 
Lauciani, V.* 
Abruzzese, L.* 
Cardinale, V.* 
Castagnozzi, A.* 
D'Alema, E.* 
De Luca, G.* 
Memmolo, A.* 
Minichiello, F.* 
Giovani, L.* 
Criscuoli, F.* 
Serratore, A.* 
Marcocci, C.* 
Falco, L.* 
Franceschi, D.* 
Moschillo, R.* 
Pignone, M.* 
Amato, A.* 
Delladio, A.* 
Selvaggi, G.* 
Title“Operazione Blue Mountains 2008”: la partecipazione dell’INGV all’esercitazione della Protezione Civile della Regione Marche (23-25 maggio 2008)
Issue Date22-Jun-2010
Series/Report no.INGV No 144
URIhttp://hdl.handle.net/2122/6051
KeywordsSeismic monitoring
Exercise of civil protection
Subject Classification04. Solid Earth::04.06. Seismology::04.06.10. Instruments and techniques 
AbstractDal 23 al 25 maggio 2008, la località Pian Di Pieca di San Ginesio in provincia di Macerata (Marche), è stata lo scenario della prima esercitazione sul rischio sismico, a valenza regionale, organizzata dal Dipartimento per le Politiche Integrate di Sicurezza e per la Protezione Civile (DSPC) della Regione Marche. L’esercitazione, denominata “Operazione Blue Mountains 2008”, aveva lo scopo di simulare la risposta degli enti locali nel caso di un evento sismico classificato come “severo”. La manifestazione ha visto la partecipazione di circa 700 volontari della Protezione civile, 200 tra Croce Rossa e Associazioni del volontariato, 70 Vigili del Fuoco provenienti dai diversi comandi delle Marche e più di 20 agenti del Corpo Forestale dello Stato e delle Forze dell’Ordine. Tutti sono stati coordinati dalla Sala Operativa Unificata Permanente della regione (SOUP), in contatto con la Sala Operativa Integrata (SOI) dell’Amministrazione Provinciale di Macerata, il Centro Operativo Intercomunale (COI) e il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile. All’esercitazione ha aderito anche l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) che è intervenuto con la nuova struttura di Pronto Intervento del Centro Nazionale Terremoti (CNT) che si attiva in occasione di un forte terremoto (generalmente per terremoti di magnitudo superiore a 5 sul territorio nazionale). Oltre a simulare le diverse fasi d’intervento che l’Istituto si troverebbe ad affrontare in caso di emergenza, l’INGV ha prodotto anche lo scenario sismico su cui è stata basata l’intera l’esercitazione. Scopo di questo breve rapporto tecnico è raccontare come l’INGV ha operato durante l’ “Operazione Blue Mountains 2008” sin dall’invito offertoci dal DSPC della Regione Marche. Saranno descritte le difficoltà incontrate e le soluzione adottate, evidenziando come questa importante esperienza sia diventata un fondamentale test per la nuova struttura di Pronto Intervento dell’INGV.
Appears in Collections:Reports

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
RapportoTecnicoINGV_144.pdfMain article1.91 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

147
checked on Apr 28, 2017

Download(s)

121
checked on Apr 28, 2017

Google ScholarTM

Check