Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/4163
AuthorsAlessio, G.* 
Borriello, G.* 
Buonocunto, C.* 
Capello, M.* 
Caputo, A.* 
Castellano, M.* 
Cusano, P.* 
De Cesare, W.* 
Giudicepietro, F.* 
Martini, M.* 
Petrosino, S.* 
Ricciolino, P.* 
Talarico, G.* 
Torello, V.* 
TitleIl sistema di monitoraggio sismico dell’Osservatorio Vesuviano – INGV
Issue Date19-Nov-2002
URIhttp://hdl.handle.net/2122/4163
KeywordsIl sistema di monitoraggio sismico dell’Osservatorio Vesuviano
Subject Classification04. Solid Earth::04.08. Volcanology::04.08.06. Volcano monitoring 
AbstractObiettivo principale del monitoraggio dei vulcani attivi è individuare e misurare fenomeni che possono essere indotti dal movimento del magma in profondità. Dal punto di vista sismologico questi fenomeni possono essere sciami sismici, eventi a bassa frequenza, microtremore vulcanico ed eventi very long period (VLP). Attraverso la misura, l'analisi e la corretta interpretazione di questi fenomeni è possibile capire in anticipo se un vulcano sta evolvendo verso una ripresa dell'attività eruttiva. L'Osservatorio Vesuviano - INGV ha tra i suoi compiti istituzionali il monitoraggio del Vesuvio, dei Campi Flegrei e di Ischia che sono, come è noto, vulcani a alto rischio a causa del loro stile eruttivo prevalentemente esplosivo e della presenza nelle loro prossimità di vaste aree urbanizzate. Per effettuare il monitoraggio sismologico di dette aree l'Osservatorio Vesuviano ha sviluppato e mantiene una rete che trasmette i dati in continuo al centro di sorveglianza. La configurazione attuale della rete comprende 28 stazioni analogiche a corto periodo (1Hz) e 4 stazioni digitali a larga banda.
Appears in Collections:Conference materials

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
PosterGNGTS2002.ppt934 kBMicrosoft PowerpointView/Open
Show full item record

Page view(s)

243
Last Week
0
Last month
2
checked on Sep 19, 2017

Download(s)

102
checked on Sep 19, 2017

Google ScholarTM

Check