Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/13071
Authors: Famiani, Daniela* 
Caciagli, Marco* 
Govoni, Aladino* 
Mariotti, Mauro* 
Martini, Marco* 
Thorossian, William* 
Braun, Thomas* 
Title: Caratteristiche del campo d’onda del rumore sismico di un’installazione array in Italia Centrale
Issue Date: 12-Nov-2019
Keywords: Seismic Array
Central Italy
Subject Classification04.06. Seismology 
Abstract: Grazie ai finanziamenti ottenuti attraverso il bando di ricerca libera proposto all’interno dell’INGV (0865.039 FISR 2016), a partire da Maggio 2018 è operativo nel centro Italia un’array sismico a piccola scala. L’obiettivo è quello di monitorare la microsismicità locale e regionale, inclusa la sequenza sismica del centro Italia 2016-2018 e le aree geotermiche site ad ovest della zona che ospita l’esperimento. L’array, che prende il nome di CISA (Central Italy Seismic Array), ha un’apertura massima di 1000 metri ed è composto da 9 stazioni con sensori velocimetrici a 3 componenti installati ad una distanza reciproca compresa tra 100 e 500 metri. In fase di progettazione di un array in termini di apertura massima e distanza inter-stazione, è bene tenere in mente le caratteristiche del segnale target e studiare il campo d’onda del rumore locale, per ottimizzare il rapporto segnale/rumore. A questo scopo, sono state analizzate le caratteristiche statistiche del segnale e del rumore ambientale in termini di funzioni di autocorrelazione e cross-correlazione per tutte le combinazioni di coppie di stazioni. In questo modo è possibile determinare la distanza inter-stazione più adatta, così che la risposta dell’array, una volta ottimizzato il segnale registrato, possa sopprimere il contributo di energia ascrivibile al campo d’onda del rumore locale. È stata inoltre calcolata la curva di dispersione combinando i risultati dell’analisi di autocorrelazione con quelli ricavati dall’applicazione della tecnica fk sui dati di rumore ambientale. La curva così ottenuta è stata invertita, utilizzando il metodo neighbourhood algorithm per ricavare il profilo di velocità delle onde S del sito fino ad una profondità proporzionale alla configurazione spaziale dell’array
Appears in Collections:Conference materials

Files in This Item:
File Description SizeFormat
Preprint GNGTS2019 Famiani CISA.pdf253.91 kBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

44
Last Week
0
Last month
3
checked on Jul 28, 2021

Download(s)

6
checked on Jul 28, 2021

Google ScholarTM

Check