Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/9864
AuthorsMoretti, M.* 
Improta, L.* 
Margheriti, L.* 
De Gori, P.* 
Silvestri, M.* 
Criscuoli, F.* 
Giovani, L.* 
Zuccarello, L.* 
Ferrari, F.* 
Paratore, M.* 
Govoni, A.* 
TitleEsperimento DIONYSUS: Deep structure of the IONian Sea and east SicilY: wide-angle seismic SUrvey of the Calabria Subduction zone and Tethys margins. Il contributo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia
Issue Date10-Jun-2015
Series/Report no.311/(2015)
URIhttp://hdl.handle.net/2122/9864
KeywordsSeismic networks temporary
Seismological data
Subject Classification04. Solid Earth::04.06. Seismology::04.06.01. Earthquake faults: properties and evolution 
04. Solid Earth::04.06. Seismology::04.06.03. Earthquake source and dynamics 
04. Solid Earth::04.06. Seismology::04.06.10. Instruments and techniques 
AbstractDurante il mese di ottobre 2014 si è svolta nel Mar Ionio una campagna oceanografica franco-tedesca denominata DIONYSUS, acronimo di “Deep structure of the IONian sea and east sicilY : wide-angle seismic SUrvey ofthe calabria Subduction zone and tethys margins”, organizzata dal personale degli Istituti francesi del Laboratoire Domaines Océaniques1 (LDO) dell’Institut Universitaire Européen de la Mer2 (IUEM) e dell’  3 (Ifremer) e tedeschi di GEOMAR ha contribuito anche l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) nella fase propositiva del progetto e in seguito nella realizzazione della campagna sismica per la parte di acquisizione a terra. Lo scopo della crociera DIONYSUS era di condurre un’indagine dettagliata del margine attivo del sud Italia, tra la Calabria e la Sicilia Orientale, una regione colpita più volte da terremoti e tsunami distruttivi; tra tutti ricordiamo il devastante terremoto del 1908 a Messina. L’esperimento era finalizzato all’acquisizione di profili sismici a rifrazione/riflessione a grande angolo nel Mare Ionio meridionale per l’imaging della crosta profonda e della Moho lungo il prisma di accrezione calabro e la Scarpata Ibleo-Maltese. In questo rapporto tecnico, dopo un breve riferimento relativo al progetto DIONYSUS, verrà descritto con maggior dettaglio il coinvolgimento dell’INGV, dalla fase di preparazione e realizzazione della campagna sismica a terra svoltasi in sinergia con i colleghi francesi e tedeschi sino alla predisposizione e la distribuzione del dataset acquisito. Per maggiori dettagli relativi al progetto, alla campagna sismica e ai primi risultati preliminari, consigliamo di riferirsi al rapporto dedicato della crociera “M111” [Kopp et al., 2014]. Vista la collaborazione con altri istituti di ricerca stranieri, in allegato è riportato in inglese un breve riassunto del lavoro e le schede stazioni.
Appears in Collections:Papers Published / Papers in press

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
2015_RT_311_MorettiEtAl-rid.pdfMain Article2.53 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

123
checked on Apr 24, 2017

Download(s)

66
checked on Apr 24, 2017

Google ScholarTM

Check