Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/9191
AuthorsBonardi, Maurizio 
Tosi, Luigi 
TitleI sedimenti tardo quaternari del cordone litoraneo della laguna di Venezia: le sabbie
Issue DateMar-1994
Series/Report no.Technical Report No. 184
Technical Report No. 184
URIhttp://hdl.handle.net/2122/9191
Keywordssedimenti tardo-quaternari
sabbie
mineralogia
Venezia
limite Olocene/Pleistocene
caranto
Subject Classification04. Solid Earth::04.04. Geology::04.04.99. General or miscellaneous 
AbstractIn questo lavoro vengono riportati i risultati di uno studio mineralogico sui livelli di sabbia dei sedimenti tardo-quaternari attraversati da 18 sondaggi a carotaggio continuo effettuati lungo il cordone litoraneo che delimita la Laguna di Venezia. Viene pure descritta una nuova metodologia di analisi usata al fine di ottenere parametri utili alla caratterizzazione dei vari livelli di sabbie in esame. La determinazione della composizione-mineralogica e chimica dei sedimenti sabbiosi mediante la microsonda elettronica, si e' dimostrata particolarmente efficace consentendo una dettagliata e rapida descrizione dei sedimenti. Lo studio mineralogico delle sabbie ha permesso inizialmente la differenzazione dei sedimenti olocenici da quelli tardo-pleistocenici e sucessivamente ha fornito utili indicazioni anche sulla loro distribuzione areale correlabile a vari processi evolutivi che hanno interessato l'area di studio. La differenzazione mineralogica dei sedimenti sabbiosi e la loro caratterizzazione ha contribuito a meglio definire il limite Olocene/Pleistocene in particolare in quelle situazioni dove quest'ultimo non e' rappresentato dal tipico livello guida continentale pleistocenico (carantoi. L'elaborazione dei risultati analitici ha confermato, per la sedimentazione olocenica, l'esistenza di diversi ambienti deposizionali: marino, lagunare e continentale, legati alla irregolare risalita del mare flandriano; mentre, per quella tardo-pleistocenica, ha messo in luce un solo ambiente continentale. E' stata inoltre evidenziata l'omogeneità' della composizione mineralogica media di tutti i depositi tardo-pleistocenici, mentre per quelli olocenici si sono notate delle variazioni sia verticali che areali le cui cause sono state discusse. I risultati ottenuti costituiscono quindi un'utile integrazione alle classiche analisi paleoecologiche per lo studio dei paleoambienti e si rendono necessari per meglio chiarire le varie fasi evolutive tardo-quaternarie dell' area veneziana.
Appears in Collections:Reports

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
TR184_sabbie_venezia.pdfMain article with Appendix22.18 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

167
Last Week
0
Last month
2
checked on Jul 19, 2017

Download(s)

76
checked on Jul 19, 2017

Google ScholarTM

Check