Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/9163
AuthorsCammarata, L.* 
Gambino, S.* 
Maiolino, V.* 
Messina, A.* 
Rapisarda, S.* 
Scaltrito, A.* 
Zuccarello, L.* 
TitleContributo delle reti sismiche mobili durante i periodi di crisi: l’esempio della sequenza dei Monti Nebrodi del 2011
Issue Date17-Oct-2014
Series/Report no.2014
287
URIhttp://hdl.handle.net/2122/9163
KeywordsRete Sismica Mobile
Nebrodi
Sciame
Localizzazione
Subject Classification04. Solid Earth::04.06. Seismology::04.06.03. Earthquake source and dynamics 
04. Solid Earth::04.06. Seismology::04.06.04. Ground motion 
04. Solid Earth::04.06. Seismology::04.06.06. Surveys, measurements, and monitoring 
04. Solid Earth::04.06. Seismology::04.06.10. Instruments and techniques 
AbstractIn questo lavoro viene descritta l’installazione di una rete mobile nell’area dei Monti Nebrodi in seguito all’evento del 23-06-2011 di Ml = 4.6 e come tale intervento ha contribuito al miglioramento della localizzazione delle sorgenti sismiche soprattutto nella determinazione della profondità degli eventi. Verranno anche presentati i risultati delle localizzazioni ottenute attraverso l’integrazione dei dati acquisiti durante questa campagna, con quelli della rete sismica permanente dell’INGV-Osservatorio Etneo ( INGV -OE).
Appears in Collections:Reports

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
2014 - Rapporti Tecnici - Cammarata et al.pdfMain article1.26 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

198
checked on May 22, 2017

Download(s)

26
checked on May 22, 2017

Google ScholarTM

Check