Earth-prints repository, logo   DSpace

About DSpace Software
|earth-prints home page | roma library | bologna library | catania library | milano library | napoli library | palermo library
Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/9031

Authors: Sicali, A.*
Bonaccorso, A.*
Title: Gestione dei dilatometri installati in pozzi profondi all’Etna
Title of journal: Rapporti Tecnci
Series/Report no.: 258 / (2013)
Publisher: INGV
Issue Date: 2013
Keywords: volcano monitoring
borehole dilatometers
Abstract: La rivista non prevede l'Abstract e inizia direttamente dall'Introduzione, che viene sotto riportata. In ambiente vulcanico, al fine di monitorare e studiare l’azione delle sorgenti, è di fondamentale importanza riuscire a misurare con estrema precisione l’espansione/contrazione del mezzo. Questo è ottenibile attraverso l’utilizzo di strumenti noti come borehole strainmeters (o dilatometri da pozzo). Lo strumento di base e' da un punto di vista teorico abbastanza semplice. Consiste di un tubo cilindrico, al suo interno riempito di specifico fluido (solitamente olio di silicone), da installare in un foro appositamente trivellato ponendolo in contatto con le pareti rocciose del foro attraverso l’utilizzo di cementi ad espansione, che consentono un perfetto accoppiamento strumento-mezzo. La variazione di livello del fluido indotta dalla variazione dello strain nel mezzo circostante è quindi misurata con estrema precisione attraverso un apposito sensore. I dilatometri da pozzo sono gli strumenti più sensibili alle variazioni dello stato degli sforzi finora realizzati a fini geofisici (sensibilità nominale dV/V fino a 10-12). La tipologia di strumentazione utilizzata nelle installazioni all’Etna è quella nota come Sacks-Evertson borehole strainmeters (o dilatometers) [Sacks et al., 1971]. Le principali caratteristiche tecniche della strumentazione sono riportate in tabella 1. Gli strainmeters e l’elettronica di controllo sono prodotti dal Department Terrestrial Magnetism (DTM) del Carnegie Institution di Washington. I colleghi del DTM sono presenti alle fasi finali d’installazione e di avvio dell’operatività strumentale.
Appears in Collections:04.08.07. Instruments and techniques
Papers Published / Papers in press

Files in This Item:

File Description SizeFormatVisibility
2013 RT-258-2013_Sicali&Bonaccorso.Gestione Dilatometri.pdfmain article1.12 MBAdobe PDFView/Open


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.


Share this record
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

Valid XHTML 1.0! ICT Support, development & maintenance are provided by CINECA. Powered on DSpace Software. CINECA