Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/9005
AuthorsMerlino, S.* 
Stroobant, M.* 
Locritani, M.* 
Talamoni, R.* 
Furia, S.* 
Muccini, F.* 
Abbate, M.* 
Nancini, F.* 
Mori, A.* 
Carmisciano, C.* 
Title“ALLA SCOPERTA dei TESORI del MARE” - Scienza e Tecnologia, Memoria Popolare e Identità Culturale di una città della costa ligure
Issue Date2014
Series/Report no.22 /(2014)
URIhttp://hdl.handle.net/2122/9005
KeywordsEventi, divulgazione scientifica, Festa della Marineria
Subject Classification05. General::05.03. Educational, History of Science, Public Issues::05.03.99. General or miscellaneous 
Abstract“Il dovere degli scienziati non è quello di educare il pubblico, ma piuttosto di interagire con esso. Il pubblico è la vera forza trainante dietro decisioni con conseguenze sociali, e deve essere coinvolto su base paritaria nei dibattiti inerenti queste decisioni” . La comunicazione scientifica e tecnologica fra scienza e società, da anni, non è più un mero scambio di informazioni e risultati (spesso fra determinate élite), ma è diventata il veicolo privilegiato per insegnare, formare ed ispirare un pubblico sempre più ampio. Ma non si parla solo di trasmissione uni-direzionale: il dibattito fra scienza, tecnologia e società (amministratori locali, politici, imprenditori, giornalisti, studenti e semplici cittadini) sta guadagnando una partecipazione di interlocutori sempre più numerosi e preparati su temi dalle complesse caratteristiche ed implicazioni (etiche, sociali, economiche, politiche). Questo è in parte dovuto ai cambiamenti avvenuti negli ultimi anni nella scienza (e all’impatto che essa sta avendo in molti ambiti della vita sociale. Tali cambiamenti stanno determinando nuove forme di comunicazione scientifica e cooperazione con la società e l’aumento, nell’ultimo decennio, di iniziative e percorsi di formazione, spesso organizzati dalle stesse istituzioni scientifiche. Uno dei risultati più tangibili della cambiata interazione fra scienza e società è la nuova generazione di ricercatori-comunicatori, dotati di una maggiore abilità nel comunicare la scienza in modo efficace e ad un pubblico più ampio e diversificato. In questo contesto diventa importante capire l’efficacia di ogni azione di comunicazione scientifica, impostando uno studio che analizzi, volta per volta, i punti di successo e le criticità emerse nei due comparti causa-effetto. Causa – gli elementi di base della comunicazione scientifica e tecnologica:  i valori sociali e culturali di riferimento (ad es. protezione ambientale, sicurezza, salute); - i contenuti (formato di presentazione, tematiche scelte); - i canali usati (web, social networks, stampa cartacea etc.); - i modelli di relazione con il pubblico (scienza vs pubblico, peer education). Effetto - la risposta della società:  diretta (affluenza; questionari di gradimento)  indiretta (visualizzazioni web; like se tweet dei social network). Questo lavoro presenta una relazione illustrativa (per la prima volta sul territorio della Spezia) dell’efficacia di un evento specifico inserito all’interno di una manifestazione di portata locale, la “Festa della Marineria 2013 ”, destinato al grande pubblico e caratterizzato da diverse attività (tra le quali quelle di tipo ludico-educativo) concepite con l’obiettivo di puntare l’attenzione sui ‘tesori’ scientifici e culturali di una ‘Città di Mare’qual'è La Spezia .
Appears in Collections:Papers Published / Papers in press

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
miscellanea22.pdfMain article1.36 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

198
Last Week
0
Last month
1
checked on Jul 22, 2017

Download(s)

106
checked on Jul 22, 2017

Google ScholarTM

Check