Earth-prints repository, logo   DSpace

About DSpace Software
|earth-prints home page | roma library | bologna library | catania library | milano library | napoli library | palermo library
Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/8529

Authors: Pesci, A.*
Bonali, E.*
Teza, G.*
Casula, G.*
Boschi, E.*
Title: Metodo basato sulla tecnologia laser scanning per la misura delle deformazioni indotte negli edifici dai sismi o altri eventi distruttivi
Editors: Zandonai, Fabiana; Museo Civico di Rovereto - Segreteria Scientifica
Issue Date: 14-Dec-2012
Publisher: Museo Civico di Rovereto
Keywords: Laser Scanning
Misura delle Deformazioni
Edifici in area sismica
Metodologia
Abstract: Il monitoraggio di edifici danneggiati in un'area colpita da un terremoto richiede l'uso di tecniche di osservazione e misura in grado di fornire dati molto rapidamente, in particolare in condizioni di emergenza. Tecniche di telerilevamento quali il laser scanner terrestre (TLS) sono in grado di soddisfare tali requisiti perché consentono di ottenere nuvole di punti molto dense in tempo relativamente breve, a loro volta utilizzabili per generare modelli geometrici dettagliati e precisi degli edifici osservati. L'esecuzione di una sessione di misura in condizioni di emergenza è generalmente caratterizzata da forti vincoli sulle possibili posizioni dello strumento utilizzato; ciò comporta che la distanza di acquisizione e l'angolo di incidenza del fascio laser potrebbero essere molto lontani dalle condizioni ottimali per alcune parti, anche molto estese, dell'edificio studiato. Per tali motivi, una corretta interpretazione di dati richiede una serie di esperimenti e di simulazioni numeriche finalizzate ad una realistica quantificazione del rumore di osservazione, registrazione e modellazione, con enfasi sul riconoscimento e sulla riduzione dei corrispondenti artefatti, ossia errori sistematici legati all'uso del TLS in condizioni non ottimali. E' pertanto qui proposta una strategia operativa basata sulla generazione iterativa di mappe morfologiche quali differente tra nuvola di punti e una o più corrispondenti primitive. Si tratta di un metodo di facile uso per il monitoraggio di precisione in condizioni di emergenza. Al fine di metterne in evidenza la validità, sono mostrati i risultati principali (mappe di deformazione) ottenuti dall'applicazione del metodo ad alcuni edifici compiti dal recente terremoto dell'Emilia Romagna.
Appears in Collections:Conference materials
04.03.06. Measurements and monitoring

Files in This Item:

File Description SizeFormatVisibility
4674_Pesci_Rovereto2012_web.pdfarticle8.02 MBAdobe PDFonly authorized users View/Open

This item is licensed under a Creative Commons License
Creative Commons


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.


Share this record
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

Valid XHTML 1.0! ICT Support, development & maintenance are provided by CINECA. Powered on DSpace Software. CINECA