Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/8443
AuthorsMoretti, M.* 
Govoni, A.* 
TitleLA RETE SISMICA MOBILE DEL CNT E LA CO.RE.MO
Issue Date14-Jul-2011
Series/Report no.MISCELLANEA INGV N° 10
URIhttp://hdl.handle.net/2122/8443
KeywordsSeismic Monitoring
temporary Seismic networks
Subject Classification04. Solid Earth::04.06. Seismology::04.06.06. Surveys, measurements, and monitoring 
AbstractIl CNT è la Sezione dell’INGV preposta al monitoraggio sismico del territorio italiano garantito attraverso la gestione e la manutenzione della RSN in collaborazione con le altre sedi dell’INGV dislocate sul territorio e con vari referenti locali [vedi Delladio, 2011 - in questo volume]. Competenza del CNT è anche la rete sismica euro-mediterranea (MedNet1): una rete di stazioni sismiche a larga banda dislocate nei Paesi che circondano il Mediterraneo in condivisione con molti istituti geofisici [Olivieri et al., 2009]. Negli ultimi anni le reti sismiche sono cresciute sia come numero di stazioni che come tecnologia, consentendo di controllare in maniera estesa lo spettro di frequenze emesse dalla sorgente sismica e la ciclicità delle strutture sismogenetiche. Tale implementazione geografica e tecnologica della RSN ha permesso di abbassare notevolmente la soglia media di detezione dei terremoti [Schorlemmer, D. et al., 2009] e di migliorare la qualità delle localizzazioni consentendo così di associare la microsismicità a molte importanti strutture sismogenetiche. Non è tuttavia ragionevole, economicamente e tecnicamente, attuare tale processo di densificazione in maniera omogenea su tutto il territorio nazionale. In taluni casi, diventa così necessario far ricorso all’uso di reti sismiche temporanee le quali, integrate alle reti permanenti già operanti nel territorio, consentono un’acquisizione di dati sismologici di alta qualità e dettaglio. Personale specializzato nella gestione di reti sismiche temporanee è presente in diverse sedi dell’INGV all’interno di strutture preparate e specializzate nell’ambito degli argomenti di ricerca specifici della Sezione di appartenenza. Ogni struttura lavora in piena autonomia sul territorio di competenza ma numerose sono le circostanze che le hanno viste e che le vedono continuamente collaborare in buona sinergia e con ottimi risultati sia in esperimenti sismici nell’ambito di progetti di ricerca programmati che in occasioni di emergenze sismiche. Caso esemplare è stata la lunga emergenza sismica seguita al terremoto che il 6 aprile 2009 ha colpito il capoluogo abruzzese [Margheriti et al., 2010]. 1 http://mednet.rm.ingv.it/ Viene qui presentata l’attività e l’organizzazione della Rete Sismica Mobile del CNT (RSM-CNT).
Appears in Collections:Books

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
MorettiGovoni.pdfMain article334.81 kBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

124
checked on Apr 29, 2017

Download(s)

103
checked on Apr 29, 2017

Google ScholarTM

Check