Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/8186
AuthorsGuzzetti, F.* 
Polemio, M.* 
TitleIl rischio idrogeologico in Italia e il ruolo della ricerca scientifica
Issue Date2012
Series/Report no.Suppl. n. 2
URIhttp://hdl.handle.net/2122/8186
KeywordsRischio idrogeologico
Piene
Frane
Subject Classification05. General::05.08. Risk::05.08.02. Hydrogeological risk 
AbstractIn Italia, le frane e le inondazioni sono fenomeni diffusi, ricorrenti e pericolosi. Fra il 1960 e il 2011 ci sono stati almeno 789 eventi di frana che hanno prodotto oltre 5000 vittime (di cui 3417 morti e 15 dispersi) in 522 comuni (6,4% del totale). Nello stesso periodo si sono verificati almeno 505 eventi d’inondazione che hanno prodotto più di 1700 vittime (di 753 morti e 68 dispersi), in 372 comuni (4,6% del totale). Fra il 2005 e il 2011, si sono avuti 82 eventi di frana che hanno prodotto oltre 480 vittime (101 morti, 6 dispersi, 374 feriti) in 70 comuni, e 39 inondazioni in altrettanti comuni con 89 vittime (59 morti, 1 disperso, 29 feriti). Nel periodo 2005-2011 tutte le Regioni hanno sofferto almeno un evento di frana o d’inondazione con vittime, a conferma della diffusione geografica del rischio geo-idrologico. Le cifre dimostrano inequivocabilmente come l’impatto che gli eventi geo-idrologici hanno sulla popolazione sia un problema prioritariamente di rilevanza sociale che enfatizza la rilevanza delle attività scientifiche che possano conseguire risultati utili a ridurre gli effetti negativi.
Appears in Collections:Papers Published / Papers in press

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
Il rischio idrogeologico in italia-introd.pdf54.04 kBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

200
Last Week
0
Last month
0
checked on Aug 21, 2017

Download(s)

171
checked on Aug 21, 2017

Google ScholarTM

Check