Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/6806
AuthorsCrescimbene, M.* 
La Longa, F.* 
Camassi, R.* 
Nostro, C.* 
et al* 
TitleIl terremoto del 6 aprile 2009 a L'Aquila: un punto di svolta nelle strategie educative per la riduzione del rischio sismico
Issue Date16-Oct-2010
URIhttp://hdl.handle.net/2122/6806
Keywordspercorsi educativi per la riduzione dei rischio sismico
Emergenza Informativa e Formativa nel post-terremoto
Subject Classification05. General::05.03. Educational, History of Science, Public Issues::05.03.99. General or miscellaneous 
AbstractIl lavoro mette a confronto i percorsi educativi per la riduzione dei rischio sismico realizzati nell’ambito del Progetto EDURISK (www.edurisk.it) prima e dopo il terremoto dell’Aquila del 6 aprile 2009. Per far fronte ai nuovi bisogni emotivi e cognitivi di insegnanti e studenti - emersi dopo l’evento sismico del 6 Aprile 2009 - si è reso necessario modificare la metodologia ed i contenuti del Progetto, sviluppando nuovi programmi didattici specifici per la fase post-terremoto. Lo studio presenta inoltre i risultati preliminari di un'indagine sulla percezione del rischio condotta, dopo il terremoto del 6 aprile 2009, su un campione di circa 500 insegnanti afferenti a 12 scuole di ogni ordine e grado dislocate in 4 zone dell’Abruzzo colpite dall’evento sismico. Il disegno di ricerca combina qualità di vita, psicometria e approccio teorico e culturale. I soggetti sono stati valutati utilizzando: la versione breve del World Health Organization Quality of Life Assessment (WHOQOL-Bref), il questionario post-Ante Terremoto (F. La Longa e M. Crescimbene) per confrontare alcuni aspetti della vita quotidiana e delle opinioni prima e dopo il terremoto e il questionario di ingresso e uscita del Progetto EDURISK, somministrati all'inizio e alla fine del progetto. I dati sulla percezione del rischio sismico fornisco elementi di conoscenza delle realtà locali, fondamentali per la costruzione di percorsi educativi capaci di sviluppare, nella popolazione, la conoscenza e consapevolezza dei rischi del proprio territorio e contemporaneamente di favorire l’assunzione di comportamenti efficaci per la riduzione del rischio sismico.
Appears in Collections:Conference materials

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
poster_AQ.pdf213.6 kBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

125
checked on Apr 27, 2017

Download(s)

98
checked on Apr 27, 2017

Google ScholarTM

Check