Earth-prints repository, logo   DSpace

About DSpace Software
|earth-prints home page | roma library | bologna library | catania library | milano library | napoli library | palermo library
Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/6760

Authors: Amici, Stefania*
Buongiorno, Maria Fabrizia*
Piscini, Alessandro*
Title: Dati iperspettrali nel Vis-Swir per l’analisi dell’emissione relativa alla banda del Potassio per lo studio di incendi
Other Titles: Dati iperspettrali nel VIS-SWIR per l’analisi dell’emissione relativa alla banda del Potassio per lo studio di incendi
Issue Date: 31-Mar-2009
Keywords: dati iperspettrali aerei
Abstract: Gli incendi sono un fenomeno che colpisce ogni anno il nostro pianeta ed in particolare anche l’Italia. Oltre all’effetto immediato sul territorio, è stato riconosciuto un effetto a livello di impatto climatico. I fuochi cambiano lo stato fisico della vegetazione rilasciando nell’atmosfera gas che giocano un ruolo importante nell’effetto serra. E’ stato stimato che la biomassa bruciata in un anno, contribuisce al 38% dell’Ozono in troposfera, al 32% di monossido di Carbonio, al 20% degli altri gas (Levine, 1991; Andreae, 1991; Kaufman et al., 1998a,b). L’uso dei canali termici (8-14 micron) o relativi al vicino infrarosso (1.0 -2.5 micron) sono tradizionalmente utilizzati per la detection e lo studio di parametri fisici come il potere radiante, l’NDBR (Normalised Difference Burn Ratio), o il tasso di combustione della biomassa. Nel visibile una banda di emissione diagnostica dello stato di fiamma, è quella del Potassio (K-method) che fino ad ora non è stata molto studiata in quanto limitata dalle prestazioni degli strumenti. Nell’estate 2006, con il progetto AIRFIRE finanziato da ESA, una campagna aerea è stata effettuata su incendi non controllati utilizzanodo un prototipo di sensore iperspettrale denominato SIM-GA di Selex Galileo. Il SIM-GA è un sensore iperspettrale ad altissima risoluzione spettrale 1.2nm e 2.5 nm rispettivamente nel VISIBILE (350-1200nm) e nel vicino infrarosso(1200-2500nm) che opera in modalità pushbroom. I dati ottenuti hanno permesso di verificare e testare il metodo della panda del Potassio. I risultati ottenuti hanno mostrato come la combinazione del K-method con le analisi nel termico possa completare l’analisi dell’incendio.
Appears in Collections:Conference materials
05.08.01. Environmental risk

Files in This Item:

File SizeFormatVisibility
Dati iperspettrali nel VIS.pdf253.98 kBAdobe PDFView/Open


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.


Share this record
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

Valid XHTML 1.0! ICT Support, development & maintenance are provided by CINECA. Powered on DSpace Software. CINECA