Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/5454
AuthorsCherubini, A.* 
Di Capua, G.* 
Peppoloni, S.* 
Goretti, A.* 
Speranza, E.* 
TitleApplicazioni di livello “0” della metodologia utilizzata per la valutazione del rischio sismico di Sistemi Urbani, utilizzando l’analogia delle reti neuronali
Issue Date28-Jun-2009
URIhttp://hdl.handle.net/2122/5454
Keywordssistemi urbani
rischio sismico
reti neuronali
Subject Classification04. Solid Earth::04.06. Seismology::04.06.11. Seismic risk 
AbstractQuesta ricerca, condotta nell’ambito del Progetto RELUIS – Linea 10, ha riguardato la messa a punto di un modello di rischio sismico per Sistemi Urbani con approccio multilivello, utilizzando l’analogia con le reti neuronali. Il primo passo è stata l’elaborazione del livello 0, basato su banche-dati, disponibili a livello nazionale, relative alla pericolosità sismica di base e locale (INGV) e a dati di censimento dei comuni italiani (ANCITEL 2001; ISTAT 2001) per la descrizione fisica e funzionale dei centri abitati/sistemi urbani analizzati. Per semplicità e per omogeneità tra i molti dati elaborati sono stati trascurati due aspetti rilevanti per il modello di rete neuronale, che intervengono invece ai livelli successivi, ovvero l’aspetto della “soglia” di perdita di capacità di una componente di sottosistema (sia per evoluzione che per connessione) e l’aspetto della “capacità iniziale” di una componente di sottosistema prima dell’evento sismico. La valutazione della perdita di capacità complessiva di un Sistema Urbano a livello 0 è stata quindi calcolata come l’insieme delle perdite di tutti i sistemi combinati tra loro (con opportuni pesi) e quindi con un valore complessivo.
Appears in Collections:Conference materials

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
ANIDIS2009_ID180.pdf450.41 kBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

91
Last Week
0
Last month
checked on Jun 22, 2017

Download(s)

192
checked on Jun 22, 2017

Google ScholarTM

Check