Earth-prints repository, logo   DSpace

About DSpace Software
|earth-prints home page | roma library | bologna library | catania library | milano library | napoli library | palermo library
Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/4754

Authors: Ercolani, E.*
Bernardini, F.*
Caracciolo, C.*
Molin, D.*
Title: TERREMOTI NELL’OMBRA: UN EVENTO CALABRESE NASCOSTO DAL GRANDE TERREMOTO DEL 1915
Editors: Slejko, D.; Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale
Riggio, A.; Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale
Santulin, M.; Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale
Issue Date: Oct-2008
URL: http://www2.ogs.trieste.it/gngts/
Keywords: 1915
terremoti minori
Abstract: L’occorrenza di un terremoto distruttivo ha numerose implicazioni, sia di tipo fisico (modifica del campo di stress tettonico) che di tipo storico culturale. Nella storia sismica italiana l’occorrenza di forti terremoti ha generato spesso un aumento dell’attenzione verso questo fenomeno, ed è direttamente correlabile con alcune iniziative che hanno costituito la stessa tradizione storico-sismologica italiana, quali - ad esempio - la redazioni di importanti compilazioni sismologiche, (Giannozzo Manetti e Marcello Bonito, rispettivamente dopo i terremoti del 1456 e del 1688), o la nascita del servizio geodinamico italiano (all’indomani del terremoto ligure del 1887). Tuttavia i terremoti distruttivi hanno anche un effetto di ‘oscuramento’ nella tradizione storica di eventi meno forti, prossimi nello spazio (ma non necessariamente) e soprattutto nel tempo. Diversi casi storici sono stati segnalati da lavori recenti (Camassi e Castelli, 2005), e molti altri sono probabilmente ancora da ‘scoprire’. Nel presente lavoro si illustra un caso di questo genere, che ha la particolarità di verificarsi in tempi molto recenti, immediatamente a ridosso del grande terremoto della Marsica del 1915. Il terremoto colpisce la Calabria Settentrionale, a nord-ovest di Cosenza, e pur non modificando in modo significativo il quadro di conoscenze sulla sismicità dell’area, relativamente ‘ricco’, rappresenta comunque un caso significativo e uno spunto di riflessione importante sul tema della completezza storica delle informazioni sismologiche.
Appears in Collections:Conference materials
04.06.05. Historical seismology

Files in This Item:

File Description SizeFormatVisibility
21-erco.pdfPdf del riassunto esteso pubblicato30.55 kBAdobe PDFView/Open


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.


Share this record
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

Valid XHTML 1.0! ICT Support, development & maintenance are provided by CINECA. Powered on DSpace Software. CINECA