Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/4563
AuthorsCastellano, M.* 
Ruggieri, N.* 
Gasparini, G. P.* 
Locritani, M.* 
Cattaneo-Vietti, R.* 
Povero, P.* 
TitleLTER-AMP-Portofino (Mar Ligure): variabilità stagionale ed interannuale delle forzanti meteo-climatiche, delle variabili fisico-chimiche e biologiche del comparto pelagico
Issue Date4-Nov-2008
URIhttp://hdl.handle.net/2122/4563
KeywordsLTER
Portofino
Subject Classification03. Hydrosphere::03.02. Hydrology::03.02.02. Hydrological processes: interaction, transport, dynamics 
AbstractL’area marina costiera antistante il Promontorio di Portofino è stata inserita nella rete ILTER – International Long Term Ecological Research dal 2007, grazie ai numerosi studi ecologici che si susseguono nell’area dagli anni ’80, ed in particolare dal 1999, quando è iniziata la raccolta sistematica delle principali variabili fisiche e chimico-biologiche lungo la colonna d’acqua e delle principali forzanti meteo-climatiche. L’analisi dei dati ha messo in evidenza un incremento della temperatura media lungo la colonna d’acqua negli ultimi anni rispetto al decennio precedente (1985-1995) ed in particolare un progressivo aumento della temperatura superficiale nelle stagioni primaverili ed autunnali, che ha portato ad un ampliamento del periodo caldo. L’area di studio è inoltre caratterizzata da una forte variabilità interannuale: sono state registrate importanti anomalie termiche nell’estate 2003 e nei periodi autunnali e primaverili del 2006-2007 con temperature superficiali più elevate rispetto alla media del periodo, dovute a due importanti anomalie termiche atmosferiche. Negli ultimi anni, le precipitazioni annuali sono sempre al di sotto della media climatica, ad eccezione del 2002, con conseguente modificazione della struttura termo-alina dell’area di studio. Le variabilità riscontrate si riflettono sui popolamenti planctonici, modificando le risposte delle comunità, in particolare nel periodo tardo primaverile. L’area conserva, comunque, le caratteristiche oligotrofiche tipiche del Mar Ligure: infatti, pur mostrando una evidente variabilità interannuale, la biomassa planctonica media nello strato superficiale continua a rimanere bassa, con una tendenza a diminuire negli ultimi anni.
Appears in Collections:Conference materials

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
CoNISMa_2008.pdf78.93 kBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

84
checked on Apr 23, 2017

Download(s)

53
checked on Apr 23, 2017

Google ScholarTM

Check