Earth-prints repository, logo   DSpace

About DSpace Software
|earth-prints home page | roma library | bologna library | catania library | milano library | napoli library | palermo library
Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/3862

Authors: Palangio, P.*
Lozito, A.*
Meloni, A.*
Bianchi, C.*
Title: Monitoraggio Elettromagnetico - Progetto MEM
Other Titles: Electromagnetic Monitoring MEM Project
Issue Date: 27-Feb-2008
URL: http://www.ingv.it/produzione-scientifica/quaderni-di-geofisica
Series/Report no.: Quaderni di Geofisica
53
Keywords: monitoraggio ambientale
campi elettromagnetici
normative di protezione sanitaria
Abstract: Il progetto MEM si prefigge lo scopo primario di dare vita ad una rete di rilevamento dei campi elettromagnetici nella banda 0.001 Hz – 100 kHz. Il progetto coinvolge diversi partner istituzionali quali la Regione Abruzzo,la Regione Molise (ARPA), l’INGV, l’Università di Ferrara, l’Università di Tirana, l’Istituto geofisico di Belgrado, e mira ad avere un impatto proprio nella diffusione dei risultati delle ricerche sia nell’ambiente scientifico sia al pubblico. La realizzazione di una rete di monitoraggio permanente costituisce lo strumento di base per conoscere l’ambiente elettromagnetico in cui viviamo. Il carattere innovativo di questo progetto è individuabile nell’approccio scelto per affrontare il complesso problema di rappresentare la distribuzione spaziale e temporale dei campi elettromagnetici, in tutta la banda di interesse, attraverso parametri indicativi che includono la localizzazione e la caratterizzazione delle sorgenti naturali e artificiali che concorrono alla formazione del rumore di fondo ambientale, mediante l’interferometria a larga banda. Questa tecnica consiste nella combinazione di osservazioni simultanee del campo elettromagnetico ambientale effettuate in più stazioni di misura distribuite sulla superficie terrestre. Le misure interferometriche consentono di ottenere informazioni dettagliate sulla struttura delle sorgenti elettromagnetiche. Nella cavità Terra-ionosfera sono presenti una quantità di segnali naturali e artificiali prodotti da un numero enorme di sorgenti il cui spettro si estende per oltre dodici decadi nel dominio della frequenza e di 14 nel dominio dell’energia. Questa estesa variabilità prevede la realizzazione di apparati strumentali di misura molto sofisticati; è naturale quindi che il principale obiettivo concreto del progetto è la costituzione di 3 osservatori permanenti nell’Italia Centrale e la realizzazione di un sito WEB del progetto (http://www.progettomem.it). Questo sito sarà il supporto operativo e strutturato per la diffusione delle informazioni e dei risultati delle attività svolte in seno al progetto. L’esperienza maturata nei primi due anni di attività durante i quali è stata sviluppata la tecnologia necessaria per la realizzazione dei 3 osservatori permanenti ha avuto come ricaduta produttiva l’industrializzazione della strumentazione di misura da parte di un’azienda italiana (vedi appendice1). La tecnologia sviluppata si presta ad essere impiegata anche in altri ambiti della ricerca in particolare nel campo della prospezione elettromagnetica dell’interno delle Terra con le tecniche di Magneto Tellurica (MT) e Geomagnetic Deep Sounding (GDS). Uno dei temi del progetto è la messa a punto di modelli e strategie per giungere alla separazione del segnale prodotto dalle sorgenti interne alla Terra, dal fondo elettromagnetico presente sulla superficie terrestre. Nella cavità Terra-ionosfera sono presenti una quantità di segnali naturali e artificiali prodotti da un numero enorme di sorgenti il cui spettro si estende per oltre 12 decadi nel dominio della frequenza e di 14 decadi nel dominio dell’energia. In sintesi i temi sviluppati in questo progetto possono essere sintetizzati in quattro punti: 1) sviluppo tecnologico; 2) indagini sulle manifestazioni elettromagnetiche di origine interna alla Terra; 3) caratterizzazione del rumore elettromagnetico di fondo; 4) studio dei fenomeni elettromagnetici che hanno origine nella magnetosfera, nella ionosfera e nella cavità Terra-ionosfera.
Appears in Collections:05.07.02. Space weather
01.02.05. Wave propagation
05.08.01. Environmental risk
Reports

Files in This Item:

File SizeFormatVisibility
quaderno53.pdf6.35 MBAdobe PDFView/Open


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.


Share this record
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

Valid XHTML 1.0! ICT Support, development & maintenance are provided by CINECA. Powered on DSpace Software. CINECA