Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/3249
AuthorsFranceschina, G.* 
Pacor, F.* 
Zonno, G.* 
Ameri, G.* 
Cultrera, G.* 
Cirella, A.* 
Herrero, A.* 
Spagnuolo, E.* 
Tinti, E.* 
Mucciarelli, M.* 
Emolo, A.* 
Convertito, V.* 
TitleTask 1 - Scenari di scuotimento - Deliverable D1: Linee guida per il calcolo degli scenari di scuotimento
Issue DateJul-2007
Series/Report no.D1
URIhttp://hdl.handle.net/2122/3249
Keywordsground shaking scenario
Subject Classification04. Solid Earth::04.06. Seismology::04.06.04. Ground motion 
AbstractL'analisi dinamica del livello di sicurezza ingegneristico, in particolare per strutture strategiche in una zona ad elevato potenziale sismogenetico, tiene conto dei parametri di picco e di diverse caratteristiche del moto del suolo, come ad esempio la durata, la “non-stazionarietà” e i “critical-pulse” (McGuire, 1995). Di conseguenza, è richiesta una modellazione dettagliata sia della struttura sia dell’input sismico necessario a verificarne la risposta sismica. I codici per la progettazione in zona sismica richiedono che l’input sismico per le analisi dinamiche sia composto da un set di “time-histories” a cui la struttura deve resistere durante la sua esistenza, e da un livello di pericolosità caratteristico della zona sismogenetica in cui la struttura di interesse è ubicata. A tale scopo l’input sismico e la pericolosità di un’area sono stimati con approcci di tipo deterministico o probabilistico. La scelta dell'approccio da adottare per le valutazioni di pericolosità non è immediata, poiché i due metodi sono molto diversi e presentano entrambi vantaggi e svantaggi. In generale l’approccio deterministico valuta l’entità del moto sismico causato da uno specifico evento di cui si considera nota la localizzazione e la magnitudo; l’approccio probabilistico definisce invece la probabilità che un determinato parametro dello scuotimento sia superato in un particolare intervallo temporale (ad esempio 10% di probabilità di superamento in 50 anni) a partire dallo studio sulla sismicità dell’area. La differenza fondamentale tra l’approccio deterministico e quello probabilistico è che nel primo vengono simulate le serie temporali, ma non si associa alcuna probabilità al parametro di scuotimento valutato, viceversa nel secondo sono descritti solo alcuni parametri del moto e la probabilità è inclusa direttamente nell’analisi.
Appears in Collections:Reports

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
Deliverable_S3T1_D1.pdfDeliverable report3.82 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

81
Last Week
0
Last month
0
checked on Jul 24, 2017

Download(s)

118
checked on Jul 24, 2017

Google ScholarTM

Check