Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/3207
AuthorsAnzidei, M.* 
Esposito, A.* 
Antonioli, F.* 
Benini, A.* 
Tertulliani, A.* 
Del Grande, C.* 
TitleI movimenti verticali nell’area di Briatico: evidenze da indicatori archeologici marittimi nell’area del terremoto del 1905
Issue Date15-Jun-2006
URIhttp://hdl.handle.net/2122/3207
Keywordslivello del mare, archeologia, geofisica
Subject Classification04. Solid Earth::04.03. Geodesy::04.03.01. Crustal deformations 
AbstractLe variazioni del livello del mare lungo le coste italiane e più in generale del mare Mediterraneo, dipendono dalla somma di movimenti eustatici, glacio-idro-isostatici e tettonici. I primi sono dovuti all’alternanza di fasi climatiche fredde (glaciazioni) con fasi più calde (periodi interglaciali) che provocano rispettivamente l’accrescimento e la riduzione delle calotte polari con conseguenti variazioni del livello degli oceani. La presenza di indicatori archeologici tra la foce del fiume Trainiti e Briatico, area attualmente in sollevamento, permette di stimare le variazioni relative tra terra e mare avvenute negli ultimi 2000 anni lungo questo tratto di costa della Calabria tirrenica. Le informazioni desunte dai dati archeologici sono state anche confrontate con osservazioni geomorfologiche. La quota dei marker archeologici è stata misurata e corretta per il livello del mare al momento delle misure. La interpretazione degli impianti ha fornito dati originali sui movimenti relativi tra terra e mare per tettonica e glacio-idro-isostasia.
Appears in Collections:Book chapters

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
anzidei et al._briatico 1905.pdf1.71 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

146
checked on Apr 28, 2017

Download(s)

576
checked on Apr 28, 2017

Google ScholarTM

Check