Earth-prints repository, logo   DSpace

About DSpace Software
|earth-prints home page | roma library | bologna library | catania library | milano library | napoli library | palermo library
Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/2748

Authors: De Lucia, M.*
Casagrande, I.*
Iannella, A.*
Ottaiano, M.*
Siviglia, V.*
Title: Il Museo dell’Osservatorio Vesuviano: dati statistici 2005
Issue Date: Oct-2007
URL: http://www.ov.ingv.it/doc/ofr07009.pdf
Series/Report no.: 2007
9
Keywords: museum
visitor
Abstract: Il museo dell'Osservatorio Vesuviano, rinnovato nel 2000, nasce con l’obiettivo di informare la popolazione sui fenomeni vulcanici, sui pericoli connessi e sulla sorveglianza dei vulcani attivi in aree ad alto rischio; è situato nella sede storica dell’Osservatorio Vesuviano, il primo Osservatorio vulcanologico del mondo, attualmente sezione dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Il percorso museale ha inizio con la presentazione delle diverse tipologie eruttive e dei fenomeni a esse associati e quindi dei pericoli per l’uomo e i manufatti. Si ripercorre la storia eruttiva del Somma-Vesuvio soffermandosi sulle eruzioni più note del 79 d.C. e del 1944, e sulle metodologie adottate dai vulcanologi per ricostruire la storia eruttiva di un vulcano attraverso lo studio dei suoi prodotti. Inoltre, sono esposti i prodotti delle eruzioni effusive ed esplosive, e i minerali che si formano in ambiente vulcanico. Il percorso è arricchito da documenti storici di notevole interesse vulcanologico quali: la carta vulcanologica di Henry James Johnston-Lavis e il volume “Campi Flegrei” di William Hamilton (in visione la riproduzione anastatica). Un altro tema portante della mostra riguarda il monitoraggio dei vulcani attivi. Sono esposti gli strumenti scientifici storici utilizzati per la sorveglianza, tra cui il primo sismografo del mondo costruito nel 1856 da Luigi Palmieri, direttore dell’Osservatorio Vesuviano dal 1855 al 1896. Una sala ospita monitor collegati in tempo reale alla sezione “segnali sismici” del sito web dell’Osservatorio Vesuviano. Si propongono inoltre filmati tratti da modelli fisico-matematici di simulazioni di eruzioni esplosive per la definizione degli scenari attesi in caso di eruzione. Infine, si affronta il problema del rischio mediante pannelli informativi sul piano Nazionale di emergenza al fine di promuovere atteggiamenti adeguati in caso di necessità. Gli strumenti utilizzati sono video, pannelli, webcam, internet. Nel rapporto sono presentati i dati statistici relativi al pubblico del museo nell’anno 2005.
Appears in Collections:Reports
05.03.99. General or miscellaneous

Files in This Item:

File Description SizeFormatVisibility
ofr07009.pdfopen file report285.73 kBAdobe PDFView/Open


Items in DSpace are protected by copyright, with all rights reserved, unless otherwise indicated.


Share this record
Del.icio.us

Citeulike

Connotea

Facebook

Stumble it!

reddit


 

Valid XHTML 1.0! ICT Support, development & maintenance are provided by CINECA. Powered on DSpace Software. CINECA