Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/2286
AuthorsAzzara, R. M.* 
Augliera, P.* 
Bergamaschi, F.* 
Braun, T.* 
D'Alema, E.* 
Di Giacomo, D.* 
Marzorati, S.* 
Massa, M.* 
Piana Agostinetti, N.* 
Piccinini, D.* 
Roselli, P.* 
TitleUn array lineare fra Sansepolcro e Anghiari (Alta Valtiberina): acquisizione dati e prime analisi da terremoti e microtremore
Issue DateNov-2006
URIhttp://hdl.handle.net/2122/2286
Keywordsdate
earthquake
Subject Classification04. Solid Earth::04.06. Seismology::04.06.06. Surveys, measurements, and monitoring 
AbstractLa Valtiberina è da alcuni anni una delle principali aree dell'Appennino Centro-Settentrionale sottoposta ad indagini mirate alla definizione della geometria del bacino e alla descrizione in termini di geometria e meccanismo della faglia AltoTiberina, principale responsabile dell'attività sismica dell'area. Al fine di contribuire con dati sismometrici alla ricostruzione della risposta sismica del bacino, nella seconda metà del 2005 è stato realizzato un esperimento temporaneo consistito nell'installazione di un array lineare di 8 stazioni sismiche fra Sansepolcro e Anghiari. L'array era disposto lungo una direzione NE-SW, approssimativamente ortogonale all'asse della valle per una lunghezza di circa 8 km con una spaziatura fra le stazioni di circa 1 km. Le stazioni sismiche, equipaggiate con sismometri Lennartz LE3D-5s e Guralp CMG40T accoppiati a sistemi di acquisizione Reftek 130 e Reftek 72A/07, hanno acquisito in continua per circa 5 mesi (da Maggio 2005 a Novembre 2005), registrando alcune centinaia di eventi sismici locali, regionali e telesismi.
Appears in Collections:Conference materials

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
1075.pdf143.76 kBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

111
checked on May 25, 2017

Download(s)

112
checked on May 25, 2017

Google ScholarTM

Check