Please use this identifier to cite or link to this item: http://hdl.handle.net/2122/10329
AuthorsCarbognin, Laura 
Marabini, Franco 
Taroni, Giancarlo 
Tosi, Luigi 
TitleEffetti della subsidenza ed eustatismo sul comprensorio lagunare veneziano
Issue Date8-Nov-1999
PublisherRegione Emilia-Romagna, Servizio Geologico sismico e dei suoli
URIhttp://hdl.handle.net/2122/10329
KeywordsSubsidenza
Eustatismo
Laguna di Venezia.
Subject Classification04. Solid Earth::04.03. Geodesy::04.03.99. General or miscellaneous 
AbstractLa subsidenza e l’eustatismo sono le due principali cause della riduzione altimetrica del suolo lagunare veneziano riferita al livello medio del mare. L’abbassamento del suolo è la somma della subsidenza geologica di lungo periodo e della subsidenza dovuta all’estrazione intensiva di acque artesiane che, iniziata nel 1930, ha avuto i sui massimi negli anni ’50 e ’60. L’attività antropica ha avuto un certo peso già a partire dal 1400 con i primi interventi di "diversione a mare" dei fiumi immissari che con il loro apporto solido minacciavano di interrare la laguna. Il tasso di sedimentazione era infatti di gran lunga superiore a quello di compattazione naturale e nemmeno il contributo di innalzamento eustatico del livello marino riusciva a compensare la tendenza evolutiva in atto. Queste opere, che si protrassero sino a tutto il settecento, pur conservando come da programma gli specchi d'acqua lagunari, produssero grandi sconvolgimenti ambientali sia all'interno del bacino che lungo i litorali. La subsidenza naturale, prevalente sulla sedimentazione, indusse lo sprofondamento del cratere lagunare e del suo territorio confinante, evento che si attenuò solo nell'ultimo secolo. Inoltre dagli inizi del 1800 le trasformazioni effettuate alle bocche, dentro il bacino e lungo i litorali, si susseguirono in modo più frequente mescolando tra loro processi erosivi e di subsidenza. Dagli studi effettuati presso il CNR-ISDGM, è emerso che la subsidenza del bacino lagunare e dei territori circostanti si è esplicata, e avviene, in modo differenziale nel tempo e nello spazio, in relazione ai diversi eventi deposizionali e ai complessi fenomeni di collasso dei sedimenti fini occorsi con la sostituzione delle originarie acque interstiziali dulcicole con quelle saline. Sulla base di numerose analisi radiometriche diversamente ubicate, risulta che il tasso medio della subsidenza geologica del bacino lagunare dalla sua origine (circa 7000 anni fa) è di 1,3 mm/anno.
Appears in Collections:Conference materials

Files in This Item:
File Description SizeFormat 
Effetti della subsidenza ed eustatismo sul comprensorio lagunare veneziano.pdfMain article1.3 MBAdobe PDFView/Open
Show full item record

Page view(s)

59
checked on Apr 25, 2017

Download(s)

19
checked on Apr 25, 2017

Google ScholarTM

Check